Confcommercio.na.it

News e informazione, notizie a 360 gradi

GPL E METANO CRESCONO I CONSUMI

3 min read
gpl-e-metano-crescono-i-consumi

Le auto alimentate a Gpl e Metano hanno registrato una crescita di immatricolazioni nel nostro paese, secondo la statistica, in Italia circolano il 77% delle vetture alimentate a metano presenti nell’intero territorio della Unione Europea.

GPL E METANO: DUE COMBUSTIBILI PER AUTO CON UNA LARGA DIFFUSIONE IN ITALIA

In merito agli impianti di distribuzione del metano è alto anche il numero degli impianti di distribuzione, circa il 32% di quelli presenti nella UE, con un numero che supera i 1000, ed una rete diffusa capillarmente su tutto il territorio.

Per quanto riguarda il numero di impianti, segue da vicino la Germania, che ne possiede il 30%, mentre il terza posizione si trova la Svezia con il 6,6%.

Le auto a metano in circolazione

Tornando ai numeri delle auto circolanti, il parco italiano ammonta a 846.523, su un totale di 1.098.391 che circolano in Europa.

In questo caso, la seconda classificata, sempre la Germania, ne mette insieme solo un decimo di quelli italiani, attestandosi a 96.349, che rappresentano l’8,8%.

Altre nazioni nelle quali si supera la quota di 10,000 auto sono la Bulgaria e la Svezia.

La statistica indica anche che in quattro paesi europei, Lettonia, Danimarca, Irlanda e Slovenia, non si raggiungono le 100 autovetture circolanti a metano.

Estendendo l’analisi ai paesi che non fanno parte della Unione Europea, si nota un alto numero di auto a metano in Ucraina, circa 390mila, servite da 324 distributoriArmenia, con 244mila, e Russia, dove si superano di poco le 90mila unità.

I numeri delle auto a Gpl

L’Italia è ben piazzata anche nella classifica mondiale delle vetture alimentate a Gpl con il suo quarto posto alle spalle di Turchia, Polonia e Corea del Sud, con 1.787.000 vetture circolanti.

La Turchia ne fa registrare invece 3.335.000, con Polonia e Corea del Sud rispettivamente a 2.477.000 e 2.455.000.

Il nostro paese si piazza un gradino più sotto per quanto riguarda invece il numero dei distributori, con 2.955 stazioni si servizio.

Anche in questa classifica il primato è detenuto dalla Turchia, davanti alla Polonia, mentre in terza e quarta posizione si affacciano Russia ed Australia.

Gli ottimi numeri fatti registrare dall’Italia in queste classifiche, sono da attribuire sia al caro carburante, che alla cultura del gas molto diffusa nel paese ed alla presenza di aziende di distribuzione.

Guidare una vettura alimentata a metano piuttosto che a Gpl è sicuramente una cosa da provare da parte degli automobilisti, in previsione di un futuro acquisto.

I consumi di Gpl in Italia

In effetti il consumo di Gpl, tra i prodotti per l’alimentazione dei propulsori montati sulle vetture è l’unico che ha fatto registrare un aumento nel corso dell’ultimo anno, ed anche le vendite delle vetture bifuel hanno raggiunto oggi il 14% di quelle immatricolate nel nostro paese, anche per il netto ampliamento della gamma a disposizione.

Un sistema che piace per risparmiare ed anche un modo per emettere meno gas e polveri sottili, che viene cavalcato anche dalle case produttrici.